Crea sito

Energie Alternative

Una comunità che condivide

L’associazione sportivo dilettantistica di promozione sociale Energie Alternative nasce dalla comune esperienza di giovani operatori dello sport e del privato sociale. Il gruppo informale che nel 2013 costituisce formalmente l’associazione, si era creato nel 2002 operando su campeggi residenziali ed attività sportive e di animazione nella Vallagarina.

L’associazione è senza scopo di lucro e si propone di svolgere attività di utilità sociale, nei confronti degli associati e dei terzi, nei settori dell’aggregazione sociale e della promozione dello sport.

Nel tempo molti soggetti sono entrati in contatto con l’associazione e le sue attività, contaminando quelle che erano le pulsioni originarie. Siamo fortemente convinti che maggiore è la rete di comunità che si costruisce e maggiore è la capacità di resistere agli ‘urti’ che colpiscono alcuni aggravando i confini delle zone di fragilità.

Quello che non si è modificato è la mission dell’associazione: leggere assieme questo mondo e provare a incidere per lasciarlo un po’ migliore.

La cultura dei diritti, dell’ambiente e della solidarietà.

I diritti nella propria interezza sono alla base del nostro agire. Crediamo che solo in una società con più diritti per tutti si possano trovare giustizia ed equità.

Al tema iniziale delle scelte ecosostenibili negli ultimi anni abbiamo aggiunto, con sempre maggior forza, il tema della migrazione e dell’accoglienza. Le attività con i bambini hanno sempre un’attenzione particolare a queste tematiche, convinti che ‘seminare’ in questi tempi sia l’investimento che produrrà frutti di cambiamento.

Il tema del lavoro e la riflessione sulla condizione giovanile, oltre che a ‘toccarci’ per primi, è sempre presente nel nostro lavoro con i giovani del territorio, convinti che sia necessario eliminare le fiction e portare il ragionamento sul terreno della realtà affrontando le criticità che questo comporta. L’associazione si propone di riflettere e far riflettere sulla condizione giovanile, in particolare per quanto riguarda l’ampliarsi della disuguaglianza nelle opportunità degli stessi giovani.

La pratica sportiva

La metodologia di lavoro che abbiamo adottato, e che si ritrova in modalità trasversale in tutte le nostre attività, è attraverso lo sport. Di fatto la pratica sportiva è il mezzo con cui incidere sulla salute, sulla qualità della vita, sull’educazione e sulla socialità, sia individuale sia delle nostre comunità.

Perché parlare e praticare sport significa in primo luogo diffondere stili di vita sani in comunità sempre più inattive. Il concetto di sport è legato al concetto di squadra, di collaborazione per il perseguimento di obiettivi comuni, in opposizione all’individualismo crescente.

Il rispetto, l’educazione all’impegno, alla vittoria e alla sconfitta sono solo alcuni degli importanti insegnamenti che molti di noi hanno appreso più sbucciandosi le ginocchia sui campetti che studiando sui banchi di scuola.

Lo sport ha anche il vantaggio che spesso la comunicazione non verbale è prevalente e permette di costruire relazioni con chiunque. Rilancia la necessità di ‘capirsi’ ma su basi diverse da quelle a cui siamo abituati.

La pratica sportiva inoltre ci mette a contatto con i nostri limiti e ci insegna a misurarci con essi. Parallelamente lo fa con quelli dei nostri compagni di squadra e ci fa capire come solo attraverso un lavoro collettivo lo sforzo di ciascuno venga valorizzato.

In sintesi

Siamo una squadra, dove ciascuno con i propri pregi e difetti, contribuisce alla realizzazione di un mondo un po’ più giusto, attraverso un lavoro partecipato e collettivo.

Cosa facciamo:

  • Interventi di promozione sportiva;
  • Interventi di educazione e comunità;
  • Colonie, Camp e momenti residenziali;
  • Interventi di animazione sulle tematiche sportive e sulle scelte ecosostenibili;
  • Formazione per animatori e volontari di gruppi;
  • Rivalutazione e gestione di spazi pubblici;
  • Percorsi di formazione di politiche giovanili;
  • Proposte ludico-culturali;
  • Laboratori manuali;
  • Interventi nelle scuole;
  • Promozione delle giornate ecologiche.
Salva